Corsa delle Botti

  • Assessorato alle Manifestazioni

  • Associazione Pro Loco

Regolamento

regolamento


REGOLAMENTO  DELLA  CORSA  DELLE  BOTTI
approvato nell'anno 2018 dalle ditte vinicole

ART. 1

La Corsa delle Botti è una gara tra Ditte Vinicole, Botteghe del Vino, Enoteche Regionali o Associazioni di Produttori, in cui viene rivista, in chiave agonistica, l'antica abilità dei garzoni di bottai di trasportare le cosiddette "Bonse", facendole rotolare.

 ART.2

Il peso della botte deve essere non inferiore a 100 Kg. e non deve avere  cerchi e/o chiodi fermacerchi sporgenti.
La botte, dal momento della pesatura e marchiatura, non può più essere allontanata fino alla fine della gara (qualificazione, semifinale e finale) e sarà custodita in apposito recinto predisposto dagli Organizzatori. Sarà facoltà della giuria, in qualsiasi momento, tornare alla pesatura delle singole Botti.

 ART. 3

Possono partecipare alla competizione squadre composte da un minimo di tre ad un massimo di quattro persone oltre al dirigente responsabile, il quale può essere uno spingitore, a condizione che sia indicato riserva, per ogni singola batteria.

Il quarto spingitore e/o il dirigente responsabile per tutta la manifestazione dovrà essere presente presso l’area di partenza.

L'iscrizione comporta l'obbligo per ogni concorrente della squadra dell'assicurazione e del certificato medico di idoneità all’attività sportiva.

 ART. 4

I partecipanti dovranno aver compiuto il 18° anno di età. In caso di minorenni è obbligatorio presentare la manleva dei genitori che si assumono la responsabilità.

I componenti delle squadre, dovranno indossare guanti di protezione.

 ART. 5

Le squadre partecipanti alla Corsa dovranno iscriversi presso l’Ufficio Manifestazioni del Comune di Nizza Monferrato e fornire le generalità dei concorrenti e la documentazione richiesta, entro quattro giorni antecedenti la Corsa.

 ART. 6

Alle ore 16.30 del sabato, in Piazza Martiri di Alessandria, un’apposita commissione procederà all’estrazione dell’ordine di partenza delle qualificazioni, alla pesatura e alla marchiatura delle botti.

Finita l’operazione di marchiatura ogni squadra prende il via alla prova di qualificazione, che serve a stabilire le teste di serie e la composizione delle batterie della semifinale.

 ART. 7 

La Corsa si svolge come segue.

 * le prove di qualificazione il sabato secondo il seguente itinerario:   

 - Piazza Martiri D’Alessandria – Via Pistone – Piazza XX Settembre – Via Carlo Alberto – Via Santa Giulia – Via Pio Corsi – Via Balbo - Piazza Martiri D’Alessandria

 * le batterie delle semifinali e la finale la domenica secondo il seguente percorso:

 Piazza Garibaldi - Via Carlo Alberto – Piazza Martiri D’Alessandria – Via Pistone – Piazza XX Settembre – Via Carlo Alberto – Via Santa Giulia – Via Pio Corsi - Piazza Garibaldi.

 ART. 8

Lungo tutto il percorso funzionerà una Giuria composta da persone che controlleranno la regolarità della competizione.

La botte dovrà essere spinta da un solo concorrente per volta.

Durante lo svolgimento della corsa è vietata la presenza di persone estranee alla squadra sul percorso della gara e/o vicino alle botti che rotolano. Nel caso venga rilevata la presenza di persone in qualche modo riconducibili a una squadra, per ogni irregolarità la stessa squadra verrà penalizzata con l’aggiunta di 3 secondi al tempo ottenuto nella manche.

Qualora si rilevassero gravi irregolarità, o gli spingitori tenessero un comportamento non corretto, la Giuria potrà, squalificare la squadra. Il giudizio della Giuria è inappellabile e insindacabile.

 ART. 9

Durante la gara non potranno esservi sul tracciato, tra la prima e l'ultima botte in corsa, atleti che hanno effettuato o dovranno effettuare il cambio, che creino rallentamenti o danneggino le squadre avversarie o che creino pericoli per sé e per gli altri.

La giuria, in caso di infrazione, potrà sanzionare la squadra con una penalizzazione di 5 secondi sul tempo finale della manche in questione.

Gli atleti dovranno eseguire il cambio nel più breve tempo/tratto possibile avendo cura di non ostacolare in alcun modo la squadra avversaria.

Lo spingitore che lascia la botte nel cambio deve immediatamente rimanere inattivo e uscire dal tracciato di corsa appena possibile.

 ART. 10

La gara si svolgerà in due fasi:

 * Sabato sera - prove di qualificazione a tempo per la determinazione della posizione di partenza;

 * Domenica Pomeriggio -  semifinale e finale. La semifinale si svolgerà in tre batterie ognuna delle quali formata da un massimo di sei squadre.

 Le posizioni di partenza (da sinistra lato bar Sociale,  a destra lato piazza Garibaldi) sono stabilite dal minor tempo conseguito nella prova del sabato.

Si qualificheranno le prime due squadre per ogni batteria, in base all’ordine di arrivo.

La finale verrà disputata da sei squadre (le prime due di ogni batteria della semifinale).

Alla partenza le squadre verranno sistemate nel seguente modo:
la prima fila sarà composta dai primi classificati delle tre batterie disposti da sinistra a destra in base al miglior tempo conseguito. Di conseguenza la seconda fila, posta tre metri dietro alla prima, sarà composta dai secondi classificati nelle gare di semifinale disposti da sinistra a destra in base al miglior tempo conseguito in dette batterie.

 ART. 11

Il dirigente responsabile dovrà comunicare la composizione della propria squadra prima di ogni prova, consegnando all’incaricato del Comune i nominativi dei concorrenti.

 ART. 12

Qualora una squadra utilizzi concorrenti diversi da quelli indicati alla Giuria sarà oggetto di squalifica.

  ART. 13

La botte dovrà essere fatta rotolare e venire accompagnata fino al termine della prova dallo spingitore, fino all’arresto oltre la linea di arrivo.

 ART. 14

In caso di pioggia – una commissione di sicurezza composta dalla giuria e da un responsabile per ogni squadra partecipante, può stabilire se cambiare il percorso o determinare il migliore tempo attraverso una prova cronometrica oppure sospendere la gara.

In ogni caso si terrà conto, per determinare l’ordine o disposizione di partenza, del vantaggio acquisito nelle qualifiche (se si tratta di correre le semifinali) o nelle semifinali (se si tratta di correre le finali).

In caso di incidente fra botti, se non di eccezionale gravità, la gara non verrà  sospesa. In casi limite, ciò potrà essere stabilito ESCLUSIVAMENTE dalla Giuria.

Detta Commissione di sicurezza potrà essere convocata dalla Direzione di Gara ogniqualvolta si renda necessario per dirimere questioni di interesse collettivo.

 ART. 15

È possibile effettuare il riscaldamento degli atleti alle seguenti condizioni:

-   senza botte, nel centro storico

-    senza botte, sul percorso di gara escludendo i momenti in cui il tracciato sia in preparazione per una gara o durante la gara

-    con la botte, esclusivamente fuori dal triangolo del centro storico compreso tra piazza Garibaldi e vie con essa parallele o contigue, Rio Nizza e Torrente Belbo, a condizione che non si verifichino situazione di pericolo per il transito pedonale o di qualsiasi mezzo di locomozione e che non si arrechi disagio ai residenti sul luogo.

 ART. 16

Sospensione della gara. In circostanza di grave ed evidente scorrettezza, se vi sia stato pericolo per l’incolumità o avvenga un infortunio che coinvolga uno o più atleti, la giuria può valutare di sospendere immediatamente la gara per portare il necessario soccorso a eventuali feriti e per prendere le decisioni del caso.

Se vengono accertate gravi responsabilità dolose la giuria può immediatamente squalificare la squadra. Se ritenuto necessario la giuria potrà emettere una squalifica per l’atleta determinando anche il termine di scadenza della penalità che potrà anche essere sine die in caso di grave dolo e/o di comportamento recidevo.

In caso di squalifica le squadre si riportano alle posizioni di partenza lasciando libero lo stallo assegnato alla/e squadra/e oggetto di squalifica.

Prima di questa seconda partenza è possibile sostituire un elemento della squadra con la riserva ove sia presente.

 ART. 17

Sospensione del giudizio. Durante la gara, la Giuria può riservarsi di investigare sul comportamento di una squadra o di un atleta se sorga il dubbio di illegittimità o scorrettezza. In questo caso, e se non ricorrono i casi descritti del precedente art. 16, il giudice può comunicare la sospensione del giudizio lasciando che le squadre terminino il percorso di gara.

Il giudice può manifestare la sospensione del giudizio tempestivamente attraverso l’uso di strumenti verbali, di strumenti di segnalazione o anche via radio. A fine manche il caso viene esaminato e viene emesso il verdetto,  analizzando le prove video (se ve ne sono), le testimonianze verbali e altri indizi a disposizione.

 ART. 18

Tutte le controversie in merito all'interpretazione degli articoli del presente Regolamento o da eventuali omissioni dello stesso, saranno giudicate insindacabilmente dalla Giuria.

L'iscrizione comporta l'accettazione del presente regolamento.

Corsa delle Botti 2010



Ultime Notizie

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.com